nuovi materiali

La domotica rende la tua casa smart!

 

Domòtica s. f. [dal fr. domotique, comp. del lat. domus «casa» e (informa)tique «informatica»]

La domotica, come dice la sua stessa origine lessicale, rappresenta l’applicazione della “robotica” alla propria casa, più precisamente l’utilizzo di dispositivi di automazione per la gestione degli impianti domestici.

Avere una casa “domotica” vuol dire  avere la possibilità di gestire gli impianti della propria casa in remoto,  ossia avere la facoltà di accendere l’impianto di climatizzazione prima dell’arrivo in casa, programmandolo in anticipo o più semplicemente tramite smartphone; avere la possibilità di controllare le telecamere della vostra abitazione  dal proprio cellulare per gestire al meglio la sicurezza della vostra abitazione ed essere certi di aver spento tutto.

Avere una casa “domotica ti permette di  pre-impostare delle scene a seconda della situazione che si vuole creare: ad esempio “scena risveglio” in cui decidete che contemporaneamente si alzino le tapparelle e si azioni la playlist che preferite, e magari si azioni anche l’impianto di riscaldamento in modo che  l’uscita da sotto le coperte sia meno traumatica; o anche programmare l’ambientazione ideale per una cena romantica, con le luci soffuse  già settate in anticipo e la playlist già prevista. Tutto può essere organizzato in anticipo e gestito da uno smartphone in remoto. Uscite di casa e non siete sicuri di aver spento tutte le luci? Basterà controllare lo smartphone!

In tutto questo anche i classici tasti di accensione dei vostri impianti cambiano, e da digitali diventano touch, e così lo stesso impianto elettrico diventa più smart, più intelligente. Nessun numero spropositato di ritorni per l’impianto elettrico, e per accendere e spegnere un apparecchio da più punti il deviatore o l’invertitore verranno collegati da una semplice frequenza radio.

Inoltre la domotica fa risparmiare energia perché adatta i tuoi consumi alle tue esigenze, ad esempio programmando il termostato è possibile adattare la temperatura dell’impianto di riscaldamento ai tuoi bisogni, o essere sicuri di spegnere tutte le luci con un unico click, senza il rischio di lasciare acceso qualcosa per chissà quanto tempo quando si esce di casa.

La Covertec da anni utilizza i prodotti della Myer, azienda affidabile e sempre al passo con i tempi che propone una vasta gamma di prodotti estremamente funzionali e  dall’aspetto accattivante:  La Myer infatti fornisce dalle telecamere per interni ed esterni ai motori per le tende, dai rilevatori gasi ai ripetitori radio, senza dimenticare una vasta gamma di interruttori tuouch.

Avere una casa così “intelligente” è più facile di quello che pensi, e neanche poi così costoso. Un impianto elettrico “domotico” con l’utilizzo di prodotti Myer costa non molto in più di un impianto classico, ma la possibilità di gestire tutto in remoto è davvero impagabile. Con un piccolo investimento in più potrai avere più controllo, più flessibilità, più sicurezza e un maggiore risparmio energetico.

Noi di Covertec nel progresso ci crediamo!

Accessori bagno flessibili

Questione d’attrazione

 

Hai un bagno un po’ noioso? Sei stanca degli spazi troppo definiti e rigidi? Ami gli ambienti flessibili?

Ora anche il bagno può diventare uno spazio duttile e dinamico, è solo questione di attrazione!

Sono infatti sul mercato alcuni accessori bagno che grazie a pannelli magnetici vi permetteranno di modificare la loro posizione ogni volta che volete, a seconda delle vostre esigenze o del cambio di gusto del momento.

Si tratta di vari accessori, dal porta-rotoli ai porta-asciugamani, dallo specchio alle mensole, deciderete voi a vostro piacimento dove spostarli, rendendo il vostro bagno ogni volta nuovo ed originale.

Ovviamente esiste una portata massima definita nella scheda tecnica degli elementi che vi garantisce che ogni elemento resti ben saldo al pannello e che quella boccetta di profumo così particolare che avete messo in bella mostra, sulla mensola magnetica appena spostata, non cada frantumandosi in mille pezzi.

A noi questa flessibilità “attrae”, e a voi?

 

Impianto idraulico in rame o in multistrato? Quale scegliere e perché.

Spesso di fronte alla necessità di dover rifare l’impianto idraulico, ci si trova davanti alla scelta del materiale da utilizzare per le nuove tubazioni. Le alternative da prendere in considerazione sono il rame, il  polietilene e, il suo successore, il multistrato.

tubi in rame

tubi in rame

Dal punto di vista prestazionale il rame è un materiale resistente agli urti, che può quindi essere utilizzato per qualunque tipo di tubatura, e allo stesso tempo si presta ad essere facilmente piegato. È un materiale estremamente durevole negli anni, e questo assicura impianti che restano affidabili anche a distanza di decenni dalla loro costruzione. Inoltre la saldabilità del rame, lo rende un materiale facilmente riparabile, qualora se ne dovesse verificare la necessità, senza dover ricorrere a manodopera specializzata.

Tubo in  multistrato

Tubo in multistrato

Il tubo in multistrato, che sta sostituendo il vecchio tubo in polietilene, a causa dei grandi problemi di cristallizzazione che comportava, è una nuova tipologia di tubazioni, composta sempre da polietilene ma reticolato, ovvero sottoposto ad un processo chimico che irrobustisce la struttura molecolare e ne aumenta le caratteristiche di resistenza al calore. È inoltre inserito uno strato intermedio di alluminio, necessario ad mantenere impressa la curvatura del tubo. Le giunzioni tra i diversi tubi vengono realizzate con pinze pressatrici apposite e tenute con gli oring ad alta densità. È semplice da posare, ed è possibile realizzare anche a mano le curvature mentre con il rame è necessario usare la piegatubi.

Dal punto di vista delle caratteristiche fisico-meccaniche, nonostante il tubo in multistrato garantisca discrete prestazioni, il rame risulta di gran lunga superiore sia nella durata sia nella resistenza. Ma non è solo per questo che viene preferito il suo utilizzo.

Analizzando infatti quello che riguarda la sicurezza circa la nostra salute, il rame, essendo un materiale naturale, che per millenni è stato usato nella produzione di condutture e contenitori di cibi e bevande, ci garantisce la sua totale assenza di tossicità, comprovata dal duraturo utilizzo. È  un materiale del tutto impermeabile, per cui non assorbe sostanze organiche, inoltre grazie alle proprietà batteriostatiche che presenta, previene la riproduzione di virus e batteri che possono trovarsi nell’acqua proveniente da vecchie tubature in ferro. Questa è una caratteristica molto importante quando parliamo di sostanze che ingeriamo, come l’acqua potabile. Inoltre il rame sopporta bene il surriscaldamento, senza subire deterioramento, ed è questo un ulteriore motivo per cui si presta bene ad essere utilizzato per gli impianti idrici sanitari. L’acqua calda infatti, dopo aver attraversato le tubature riscaldandole, viene in contatto con la nostra pelle quando ci laviamo. Risulta estremamente importante quindi, che quest’acqua non trasporti con se tracce del materiale che attraversa.

Per quanto riguarda l’impianto di riscaldamento, anche in questo caso l’utilizzo del rame anche è una scelta obbligata , in quanto il multistrato quando raggiunge le temperature elevate, subisce notevoli dilatazioni termiche, e alla lunga può generare fastidiose perdite nei punti di raccordo.

Infine c’è da considerare anche l’aspetto ambientale; il rame è un materiale riciclabile al 100%, ed il suo utilizzo riduce notevolmente l’impatto ambientale, sia nella realizzazione, che in un ipotetico smaltimento futuro.

Per quanto riguarda l’aspetto economico, il costo di un impianto idraulico in rame è sicuramente più elevato di un impianto in polietilene, ma comunque ragionevole oltre conveniente se considerato in prospettiva di qualità e duratura dell’impianto, non a caso quando presente, rappresenta un valore aggiunto all’immobile.

Purtroppo la scarsa informazione e la minor  competenza  del cliente “fai da te”, non tiene assolutamente conto di tutte queste valide considerazioni. L’idraulico a cui ci si affida,utilizzando tubazioni in multistrato  ottiene un grosso risparmio sui materiali, lasciando inalterato il prezzo dell’impianto  aumentando cosi’ i suoi profitti. Quindi la tendenza dell’operatore del settore e’ certamente quella di adoperare tale sistema in maniera massiva.

Tubazioni in Rame Coibentato

Tubazioni in Rame Coibentato

Covertec srl per i suoi impianti utilizza solo ed esclusivamente  il rame di qualita’ (tipi Smisol o similare) adeguatamente coibentato  sia per le vie d’acqua fredde che per quelle calde e ovviamente per le tubazioni relative al riscaldamento.

Collettore far

Collettore far

Rimane  fondamentale nella dotazione dell’impianto idraulico e per il riscaldamento l’inserimento di  centraline di smistamento di marca “Far”.

Utilizzando quindi materiali di tale qualita’ si potra’ assicurare  una garanzia di inalterabilità,salubrità e sicurezza nel tempo.