balconi e terrazze

Tutti in terrazza, da oggi si può!

 

Siete proprietari di una terrazza e volete installarvi un gazebo? Da oggi si può senza alcun problema, lo dice le sentenza 177/2015 emanata dal Consiglio di Stato, l’importante è precisare che quel solaio di copertura è una terrazza e non un lastrico solare. La differenza è semplice, il lastrico solare ha come unica funzione quella di essere un solaio di copertura, al pari di un tetto; viceversa una terrazza ha caratteristiche architettoniche e di portata ben diverse. Una terrazza è definita tale se dotata di un parapetto o ringhiera che ne consenta l’affaccio, se ha la superficie e la capacità portante atte a sostenere la presenza di persone.

Per cui se volete sfruttare al meglio la vostra terrazza, dopo aver verificato che di terrazza si tratta, non dovrete far altro che presentare una comunicazione al Comune con relazione asseverata di un tecnico che  attesti che  il vostro gazebo possa essere qualificato come elemento precario e che in alcun caso alteri la volumetria dell’immobile (non pensate di chiuderlo), e dal giorno dopo potrete installare il vostro gazebo. A quel punto serve solo la data del prossimo evento in terrazza!

Infissi scorrevoli: Alzante o Traslante?

 

Dalla vostra casa si gode si un bellissimo panorama e per gustarne appieno avete bisogno di un infisso  visivamente non troppo “invasivo”. La scelta migliore in questi casi è un infisso scorrevole. Gli infissi scorrevoli hanno il vantaggio di ridurre sia l’ingombro dentro casa che avere una superficie vetrata più ampia senza così disturbare troppo il vostro sguardo verso il paesaggio, riducendo il confine tra interno ed esterno.

Le tipologie di infissi scorrevoli che meglio si adattano a tali esigenze sono quello scorrevole alzante  e quello scorrevole traslante. Il primo è dotato di un meccanismo di scorrimento per cui l’anta apribile quando viene aperta si alza e scorre in parallelo sull’altra anta. Il meccanismo di “alzata” garantisce un migliore isolamento contro gli spifferi, e permette anche di avere delle soglie ribassate. Lo scorrevole traslante invece garantisce una buona tenuta grazie alla planarità delle due ante. Infatti, a differenza di un normale infisso scorrevole, è dotato di un meccanismo “traslante” per cui l’anta scorrevole quando è aperta risulta parallela all’altra anta, mentre quando viene chiusa trasla sullo stesso piano dell’altra garantendo continuità e migliori prestazioni termiche, per un ingombro ancora più ridotto all’interno dell’ambiente.

La scelta a questo punto è solo questione di gusto!

E se decidete di cambiare gli infissi, non dimenticate che per spese relative ad interventi finalizzati al miglioramento termico dell’edificio ci sono gli sgravi fiscali.

Impemeabilizzare il balcone

 

Per una nuova pavimentazione di terrazze e balconi non è sempre necessario rimuovere il pavimento precedente, anzi alle volte sia per questioni di sicurezza che di tempo diventa più semplice e sicuro creare una nuova pavimentazione su quella esistente.

Ma qual è il modo più corretto di ripavimentare una superficie lastricata esterna?

Trattandosi di balconi e terrazze, quindi di superfici esposte all’intemperie, è fondamentale l’utilizzo di uno strato impermeabilizzante.  Si tenga presente che quando si parla di terrazze e balconi,  si parla di superfici piane, spesso a sbalzo, soggette a sollecitazioni e a deformazioni strutturali, pertanto il prodotto utilizzato per l’impermeabilizzazione oltre ad assicurare la tenuta all’acqua, dovrà anche avere buone caratteristiche prestazionale atte a garantire la durabilità della struttura assecondandone le sue deformazioni.

Infatti si parla di solito non di semplice prodotto ma di sistema impermeabilizzante, caratterizzato  comunemente da una malta cementizia elastica impermeabilizzante bi componente supportata da una rete in fibra di vetro che armando la malta ne aumenta la flessibilità e garantisce la capacita di coprire possibili  fessure più ampie , rendendo lo strato impermeabile più solidale con la struttura sottostante. Si tratta complessivamente di uno strato che ha uno spessore  di 2mm, che, rispetto alla tradizionale soluzione della guaina tra soletta  e massetto, evita con spessori più ridotti anche la formazioni di eventuali efflorescenze o il degrado causato dalle deformazioni dovute ai cicli di gelo e disgelo.

Oltre all’utilizzo di prodotti ad alte prestazioni, come in tutti i casi, una corretta posa in opera è fondamentale. Bisogna infatti prestare particolare attenzione al rispetto delle pendenze, agli scarichi delle acque e agli attacchi con le ringhiere. Tutti i dettagli sono importanti.

Di seguito vi mostriamo un piccolo video illustrativo di come la Covertec impermeabilizza balconi e terrazze.

Prodotti utilizzati: impermeabilizzante Mapelastic, Rete in fibra di vetro Mapenet